PATOLOGIE

PAZIENTE ALZHEIMER – TERAPIA NON FARMACOLOGICA – REALITY ORIENTATION THERAPY

Fornisce all’anziano alcuni punti di riferimento spaziali, temporali e relazionali, consentendogli di appropriarsi nuovamente degli strumenti necessari per sviluppo di un rapporto equilibrato con sé stesso e con la realtà in cui è inserito.

Consiste nel dare informazioni anche apparentemente ovvie e banali, utili all’orientamento – ora, giorno, stagione, luogo, nomi delle persone, attività previste.

La ripetizione delle informazioni aiuta a conservarle.

Può essere fatta in gruppo o individualmente con stimolazioni verbali più strumenti (orologi, calendari, etc.) e anche prendendo come spunto fattori ambientali. Aiuta a prevenire il disorientamento spazio-temporale e a creare una relazione di fiducia.

PATOLOGIE - PAZIENTE ALZHEIMER - TERAPIA NON FARMACOLOGICA - REALITY ORIENTATION THERAPY
PATOLOGIE - PAZIENTE ALZHEIMER - TERAPIA NON FARMACOLOGICA - REALITY ORIENTATION THERAPY
PATOLOGIE - PAZIENTE ALZHEIMER - TERAPIA NON FARMACOLOGICA - REALITY ORIENTATION THERAPY
PATOLOGIE - PAZIENTE ALZHEIMER - TERAPIA NON FARMACOLOGICA - REALITY ORIENTATION THERAPY
PATOLOGIE - PAZIENTE ALZHEIMER - TERAPIA NON FARMACOLOGICA - REALITY ORIENTATION THERAPY
PATOLOGIE - PAZIENTE ALZHEIMER - TERAPIA NON FARMACOLOGICA - REALITY ORIENTATION THERAPY
PATOLOGIE - PAZIENTE ALZHEIMER - TERAPIA NON FARMACOLOGICA - REALITY ORIENTATION THERAPY
PATOLOGIE - PAZIENTE ALZHEIMER - TERAPIA NON FARMACOLOGICA - REALITY ORIENTATION THERAPY
PATOLOGIE - PAZIENTE ALZHEIMER - TERAPIA NON FARMACOLOGICA - REALITY ORIENTATION THERAPY
PATOLOGIE - PAZIENTE ALZHEIMER - TERAPIA NON FARMACOLOGICA - REALITY ORIENTATION THERAPY
PATOLOGIE - PAZIENTE ALZHEIMER - TERAPIA NON FARMACOLOGICA - REALITY ORIENTATION THERAPY
HOMEPATOLOGIEPAZIENTE ALZHEIMERTERAPIA NON FARMACOLOGICA – REALITY ORIENTATION THERAPY