PATOLOGIE

MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE – PAROSSITOSI INTESTINALI

Le Infestazioni intestinali o Parassitosi intestinali sono infezioni che riguardano l’apparato digerente, dovute a micro-organismi, noti con il nome di parassiti.

Sono perciò definite anche parassitosi.

Esse sono un problema endemico in alcuni Paesi in via di sviluppo, dove le condizioni igieniche, climatiche e ambientali ne favoriscono l’insorgenza ed il propagarsi.

Tuttavia, anche nel nostro Continente e nei più evoluti Paesi dell’Occidente, esse sono più diffuse di quanto non si creda, anche per l’attuale facilità con cui s’intraprendono viaggi inter-continentali e trans-oceanici e per il crescere dei fenomeni immigratori.

Le parassitosi più frequenti in Italia sono causate da vermi del gruppo dei Nematodi (Ascaris lumbricoides ed Enterobius vermicolaris) e del gruppo dei Cestodi (Tenia saginata e Tenia solium).

Sono anche diffuse l’amebiasi (Entamoeba histolytica) e la giardiasi (Giardia lamblia).

PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALIIl parassitismo (dal greco para vicino e sitos cibo, cioè commensalismo) è un’interazione biologica, per lo più di carattere nutrizionale e trofico, fra due organismi di specie diverse, di cui uno è detto parassita e l’altro ospite. Il parassitismo è una forma di simbiosi, ma non a carattere mutualistico paritario, in quanto il parassita trae un vantaggio, per lo più di nutrimento e di benessere ambientale, a spese dell’ospite, creando a quest’ultimo un danno biologico.
Le caratteristiche del parassitismo prevedono che il parassita sia privo di vita autonoma e dipenda dall’ospite, che abbia una struttura anatomica e morfologica molto semplice rispetto all’ospite, un ciclo vitale che si conclude prima della morte dell’ospite e rapporti con un solo ospite, mentre quest’ultimo può averne con più parassiti.

Esistono più tipi di parassiti: il parassita facoltativo, che è in grado di vivere anche autonomamente, ricorrendo a forme di regime dietetico non riconducibili al parassitismo, l’endoparassita, detto anche parassita endofago, che vive all’interno del corpo dell’organismo ospite (per esempio la tenia), l’ectoparassita, detto anche parassita ectofago, che vive all’esterno del corpo dell’organismo ospite, al quale è comunque strettamente legato (per esempio la zecca), il cleptoparassita, che ruba, di nascosto o in modo aggressivo, il cibo che l’ospite è riuscito a procacciarsi o a recuperare in altro modo (per esempio il Cuculus Canorus ed il Nibbio fischiatore).


Diffusione

Le più frequenti infestazioni intestinali che si trovano nel nostro Continente sono le endoparassitosi dovute a protozoi ed elminti.

I Protozoi (forme di vita primarie) sono organismi unicellulari. Quelli più diffusi in Italia sono: la Giardia Intestinalis, l’Entamoeba Histolytica, il Criptosporidium Parvum, la Dientamoeba Fragilis e, meno frequenti, il Balantidum Coli, l’Isospora Belli e l’Isospora Hominis.

Gli Elminti ( o Metazoi) (helmins in greco antico significa verme) sono micro-organismi pluricellulari. Sempre riferendoci a quelli più diffusi nei Paesi occidentali, possiamo suddividerli con la seguente classificazione:

A) Nematodi, (vermi cilindrici) che sono: l’Ascaris Lumbricoides, l’Ancylostoma Duodenale, l’Enterobius vermicularis (Ossiuro), lo Strongyloides Stercoralis, il Trichuris Trichiura, la Trichinella Spiralis e l’Anisakis, che descriverò a parte, per ultimo, in considerazione dell’emergenza di tale patologia.

B) Cestodi, (a forma di nastro) che sono le Taeniae, l’Echinococcus granulosus ed il multilocularis.

C) Trematodi, (a forma di foglia) che sono: lo Schistosoma Mansoni, lo Schistosoma Japonicum e lo Schistosoma Haematobium.



Caratteristiche comuni alle parassitosi intestinali

I sintomi sono modesti e spesso aspecifici; possono esserci i “portatori sani”, cioè soggetti che hanno il parassita nel loro organismo, ma non presentano alcun segno di malattia, né oggettivo né soggettivo.

I meccanismi patogenetici variano a seconda del tipo di parassita ed in alcuni casi non sono ancora ben chiariti.

Le infestazione da Protozoi (per esempio da Giardia Intestinalis) creano un danno diretto alla mucosa intestinale, con susseguente atrofia dei villi, riduzione delle attività enzimatiche della tripsina e della lipasi, dovuta al danno cellulare, per cui si genera un malassorbimento.

Le infestazioni da Elminti creano anch’esse un danno diretto alla mucosa e determinano a volte una reazione immunomediata di ipersensibilità, che coinvolge cellule circolanti, come i mastociti, gli eosinofili e gli anticorpi IgE antielmintici specifici, come avviene per esempio nell’anisakiasi.

Le infestazioni parassitarie determinano quasi sempre diarrea, che equivale al tentativo di eliminare il parassita. In corso di Elmintiasi, la diarrea ed il malassorbimento si determinano anche per l’inattivazione degli enzimi tripsina e lipasi. La produzione di sostanze come l’acetil-colinesterasi, invece, tende ad inibire, con azione diretta, la motilità intestinale. Alcuni Elminti, come gli Ascaridi, se sono numerosi, determinano un’ostruzione intestinale o un’ostruzione delle vie biliari (Clonorchis Sinensis e Ascaris Lumbricoides).

PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI
PATOLOGIE - MALATTIE GASTROENTEROLOGICHE - PAROSSITOSI INTESTINALI