QUIZ

RELAZIONE UTENTE FAMIGLIA EQUIPE – QUIZ 4

1 – L’iperstimolazione di un bambino portatore di handicap intellettivo:

A – Può provocare un offuscamento delle capacità residue

B – Può agevolare lo sfruttamento delle capacità residue

C – Produce sempre un miglioramento della situazione patologica

D – Può provocare l’insorgere di comportamenti nevrotici

2 – Quale filosofo e psicologo è considerato il massimo rappresentante dell’interazionismo simbolico?

A – Emile Durkhein

B – Wilhelm Wundt

C – George H. Mead

D – Talcott Parsons

3 – Il delirio paranoicale si distingue dal delirio paranoideo, oltre che per altri caratteri, anche per:

A – Segni di deficit intellettivo

B – L’assurdità del tema

C – Assenza di disturbi psicosensoriali

D – La tendenza alla confabulazione

4 – Le strategie difensive sono rappresentate da:

A – Adattamento e controllo

B – Adattamento, controllo, aggressività, fuga

C – Controllo e aggressività

D – Nessuna risposta

5 – Cosa sono i meccanismi di difesa?

A – Agenti di barriera per prevenire le infezioni

B – Procedure da attuare in caso di eventi catastrofici (Terremoti, frane, alluvioni)

C – Processi psicologici che intervengono per proteggere l’io

D – Reazioni della persona all’Iistituzionalizzazione

6 – Quando nasce la cultura di massa?

A – Nel Settecento e nell’Ottocento

B – Con la rinascita culturale che segue il Medioevo

C – Con le avanguardie artistiche del Novecento

D – Con la rivoluzione informatica

7 – Quale tra i seguenti non è un sintomo della discalculia?

A – Difficoltà di memoria uditiva

B – Difficoltà nel percepire il materiale concreto

C – Difficoltà di ragionamento astratto

D – Timore di perdere il contatto con il reale

8 – Il nucleo concettuale fondamentale della teoria di Nancy Roper è?

A – L’attività del vivere

B – Il self care

C – La dimensione transculturale del nursing

D – L’autocura

9 – L’agrafia è:

A – La differenza del diametro delle pupille

B – La perdita della capacità di parlare

C – L’incapacità di scrivere

D – La mancata coordinazione nell’esecuzione dei movimenti

10 – Nei confronti di un paziente che presenta un alto livello di stress, l’Oss deve:

A – Comunicare con un linguaggio mimico-gestuale, rinforzare nel malato l’accettazione di sè

B – Nessuna delle altre risposte è corretta

C – Rinforzare nel malato l’accettazione di sé e l’autostima

D – Parlare con i colleghi e definire la strategia migliore da attuare sinergicamente

11 – La desensibilizzazione sistematica è una terapia:

A – Farmacologica

B – Disintossicante

C – Comportamentale

D – Di riabilitazione neuromotoria

12 – Il più antico metodo di ricerca sociologica è:

A – L’osservazione

B – Il campionamento

C – L’intervista

D – Il cartogramma

13 – Il periodo delle operazioni concrete va:

A – Dai cinque agli otto anni di vita

B – Dai sei ai nove anni di vita

C – Dai cinque agli otto anni di vita

D – Dagli otto agli undici anni di vita

14 – Di quale disturbo si soffre quando il linguaggio è totalmente assente?

A – Audiomutismo

B – Mutismo cronico

C – Ageusia

D – Profondo mutismo

15 – Secondo l’analisi della società di Karl Marx (1818-1883), un individuo tende a percepire il suo “ruolo” all’interno della società, in relazione agli altri individui, in base a:

A – Ciò che fa per vivere (lavoro) e ciò che pensa (ideologia)

B – Ciò che pensa (ideologia)

C – Ciò che desidera

D – Le sue caratteristiche fisiche

16 – La pseudoinsufficienza mentale può essere determinato da:

A – Disturbi neuropsicologici

B – Disturbi emotivi

C – Deficit sensoriali

D – Tutte le precedenti

17 – Nell’ambito del nursing, secondo Hildegard Peplau:

A – L’aspetto fisico della malattia del paziente è l’unico elemento da prendere in considerazione

B – Oltre l’aspetto fisico della malattia del paziente è necessario prendere in considerazione anche l’aspetto psicologico

C – L’ambiente in cui è inserito il paziente è l’unico elemento da prendere in considerazione

D – Intervenire sull’ambiente e sull’igiene contribuisce al benessere dell’uomo

18 – Nel disturbo ossessivo-compuIsivo di personalità:

A – Si osserva una modalità pervasiva di grandiosità congiunta a bisogno di ammirazione e mancanza di empatia

B – Le caratteristiche chiave del disturbo sono, come nella maggior parte dei disturbi di personalità, egosintoniche

C – Si osservano pervasive sfiducia e sospettosità nel confronti degli altri

D – I sintomi sono egodistonici

19 – Secondo la teorica del Nursing Virginia Henderson, l’infermiere deve aiutare la persona sana o malata se non può soddisfare da solo i suoi bisogni perché:

A – Gli mancano le conoscenze, la volontà ma non la forza

B – Gli mancano la volontà, la forza ma non le conoscenze

C – Gli mancano le conoscenze, la volontà e la forza

D – Nessuna delle altre risposte è corretta

20 – Le paralisi cerebrali infantili sono delle sindromi neurologiche conseguenti a disturbi:

A – Transitori delle mobilità

B – Temporanei della mobilità

C – Permanenti della mobilità

D – Momentanei della mobilità

21 – Essere in grado di “interagire, in collaborazione con il personale sanitario, con il malato morente”, è una “competenza” dell’Operatore socio-sanitario di tipo:

A – Trasversale

B – Tecnico

C – Relativa alle conoscenze richieste

D – Relazionale

22 – Nella relazione di aiuto con la persona disabile l’operatore deve:

A – Sostituirsi completamente alla persona

B – Dare un supporto psicologico

C – Dare un supporto che sostenga I’autonomia e riduca la dipendenza

D – Limitarsi ad un’assistenza di base

23 – Indicare quali, tra quelli elencati, non sono meccanismi di difesa:

A – Regressione

B – Disattenzione

C – Rimozione

D – Negazione

24 – Il colloquio con il paziente, effettuato correttamente, serve all’infermiere per:

A – Riferire ai familiari tutte le notizie utili del caso

B – Intrattenere il paziente

C – Raccogliere dati utili per redigere il piano di nursing

D – Raccogliere informazioni ai fini statistici ed epidemiologici

25 – Essere empatici significa:

A – Fare battute piacevoli

B – Fare sorrisi e diventare simpatie) per favorire lo stare insieme

C – Capacità di mettersi nei panni degli altri per favorire la comunicazione

D – Comunicare in più lingue

26 – I ruoli dei membri di un gruppo possono essere:

A – Centrati sul compito e parassiti

B – Centrati sul compito, di mantenimento della coesione e parassiti

C – Solo di mantenimento della coesione

D – Finalizzati alIo scopo

27 – Le caste costituiscono un sistema di stratificazione sociale caratterizzato da:

A – Mobilità sociale

B – Posizione economica

C – Ruolo occupazionale

D – Status ereditari

28 – Nella fase dell’autismo primario il bambino:

A – Alterna fasi di eccitazione a periodi di stasi

B – Non distingue tra ciò che è dentro di lui e ciò che appartiene alla madre

C – Incomincia a differenziarsi dal mondo esterno

D – Ha già completato lo sviluppo dell’Io

29 – L’animazione sociale è caratterizzata da:

A – Intenzionalità e consapevolezza

B – lnterventi di gruppo e individuali a carattere psicoterapico

C – Momenti da passare in compagnia

D – Uscite e feste

30 – Tra le pulsioni che muovono alla vita sociale si trovano:

A – Aggressività, dipendenza e affiliazione

B – Dominanza e amore

C – Sessualità e sopravvivenza

D – Tutte le precedenti