QUIZ

PRINCIPI DEONTOLOGICI

QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
QUIZ - PRINCIPI DEONTOLOGICI
HOMEQUIZ

PRINCIPI DEONTOLOGI

L’Operatore Socio Sanitario svolge la propria attività rispettando il principio del valore della persona, nella sua dignità ed unicità;

L’Operatore Socio Sanitario assiste tutte le persone attribuendo loro pari diritto e considerazione indipendentemente dall’età, sesso, nazionalità, religione, minorazione o da qualsiasi altra caratteristica personale, dalle condizioni economiche e sociali, dalle specifiche cause di inabilità e malattia

L’Operatore Socio Sanitario svolge la propria attività non esprimendo giudizi di valore sulle persone e sui loro comportamenti

Rapporti con la persona assistita

L’Operatore Socio Sanitario valorizza l’autonomia della persona, la sua soggettività, la sua capacità di prendere decisioni, la sostiene nell’uso delle risorse proprie, la stimola a usufruire delle risorse sociali, evitando, per quanto possibile, l’insorgere di condizioni di dipendenza

Assiste la persona non autosufficiente utilizzando, qualora sussista la necessità di tutela della persona stessa, misure di controllo solo secondo prescrizione medica

Qualora le condizioni psicofisiche della persona assistita lo consentono, l’Operatore Socio Sanitario chiede il consenso dell’interessato all’effettuazione delle prestazioni assistenziali di sua competenza

Informa la persona delle azioni che svolge, motivandone le ragioni, la coinvolge nel processo assistenziale, tenendo in considerazione quanto da essa manifestato

Osserva il segreto professionale ed il segreto d’ufficio come risposta alla fiducia che l’assistito e l’organizzazione/servizio ripongono in lui

Rapporti con colleghi e altri operatori

Rispetto al progetto assistenziale l’Operatore Socio Sanitario ha diritto di essere informato e coinvolto, assicurando la riservatezza delle informazioni relative alla persona

Nella raccolta, nella gestione e nel passaggio di dati, si limita a ciò che è pertinente al progetto di aiuto

Garantisce la continuità assistenziale anche attraverso l’efficace gestione degli strumenti informativi

Collabora con colleghi e altri operatori di cui riconosce e rispetta lo specifico professionale, intrattenendo rapporti improntati a correttezza, lealtà, condivisione degli obiettivi;

Riferisce a persona competente e/o ai superiori qualsiasi circostanza che possa pregiudicare l’assistenza o la qualità delle cure, con particolare riguardo agli effetti sulla persona

Rapporti con l’organizzazione di lavoro

L’Operatore Socio Sanitario ha il dovere di tenersi aggiornato professionalmente al fine di poter erogare prestazioni assistenziali di qualità

Non accetta compensi o regali di valore

Concorre alla piena applicazione delle procedure assistenziali e al loro miglioramento in relazione al contesto organizzativo

Assume la responsabilità del proprio operato in conformità al proprio ruolo professionale tenendo conto del mandato affidatogli, accettando di sottoporre il proprio operato alla verifica da parte degli operatori preposti.